Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » Le Destinazioni » Australia e Pacifico » Nuova Zelanda » Le località  » South Island
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

South Island



Christchurch - La piccola inglese
Capitale della regione di Canterbury, è la più grande città di South Island e la seconda della Nuova Zelanda. è la città più inglese fuori dall'Inghilterra, irta di verticalità gotiche e piena di giardini fioriti che si stagliano sullo sfondo delle cime innevate delle Southern Alps, assieme a edifici art decò e a palazzi high-tech.
Il centro della città è concentrato intorno a Cathedral Square, chiusa al traffico e dominata dalla Cattedrale anglicana

Dunedin: La Edimburgo degli Antipodi
è la seconda città di South Island, la quarta della Nuova Zelanda, ede è conosciuta come " la piccola Edimburgo del Pacifico", fondata da coloni scozzesi che impiantarono, nei dintorni, grandi allevamenti di pecore,e in città, aprirono banche per conservare i soldi fatti con tanta fatica. Ma non tralasciarono la cultura:l'università è stata la prima della Nuova Zelanda.
Cuore di Dunidin è l'Octagon, al cui centro la statua di Robert Burns, il poeta nazionale scozzese, controlla l'andazzo cittadino fra edifici vittoriani ed edoardiani costruiti con la bionda pietra di Omaru, che conferisce alla città un'aria molto signorile.
Le spiagge più vicine alle città sono St Kilda e St Clair, molto frequentate dai surfisti. Da Dunedin si prosegue per la penisola di Otago, che fra colline e scogliere offre alcune chicche. Tra le soste, Larnach Castel compromesso fra un castello scozzese e una casa coloniale, Taiaroa Head dove si trovano il Fort Taiora, il faro e una colonia di albatross reali, i più grandi uccelli marini del mondo. Questo è l'unico posto al mondo dove sono avvicinabili nei loro nidi ed è chiuso da Settembre a Novembre, periodo della riproduzione.
Non lontano, a Penguin's Place, si possono vedere, abbastanza da vicino, i pinguini yellow eyed che vivono su una spiaggia bianca, inaccessibile via terra perchè protetta da una parete scoscesae, molto da vicino, una colonia di foche cui si arriva aprendosi il cammino fra rocce coperte di alghe.

Kaikoura

Piccola città a metà strada fra Piction e Christchurch, nata circa un secolo fa come stazione di balenieri, è il solo punto della costa orientale in cui montagne coperte di neve arrivano fin quasi al mare. Le acque sono ricchissime e la cittadina è fiorente per la pesca. Fra le attrattive di Kaikoura c'è la caccia fotografica alle balene, più visibili qui che in qualsiasi altra parte del mondo a causa del particolare fondo marino. Oltre alle balene ci sono i delfini, soprattutto gli Hector Dolphin ( che vivono solo in Nuova Zelanda), i più piccoli e più timidi del mondo. Attrezzati con muta, maschera e pinne, i buoni nuotatori possono raggiungere in barca il branco e fare il bagno con loro: un'esperienza unica per gli amici degli animali.
All'interno fra le montagne, la località più celebre è Hanmer Spring, famosa stazione termale che funziona dalla seconda metà del XIX secolo.

Queenstown: la regina degli sport

310 metri sul mare,3500 abitanti, sorge sulla sponda orientale del lago Wakatipu di fronte alla massiccia catena delle Remarkables Range.
Il clima, la neve le montagne che avevano reso grata la vita dei cercatori di un tempo sono oggi la fortuna di questa città, piccola e piacevole, con ristoranti eleganti, caffè, bar e negozi aperti 7 giorni su 7, attrezzature per sport. Sci, sci d'acqua, alpinismo, rafting, jetboating, parapendio..qui si fa di tutto, e gli sport più nuovi e più pazzi, come il bungyjumping, sono nati proprio a Queenstown.
Il centro cittadino, con l'area dello shopping, è concentrato intorno a Ballarat Street. Un bellissimo panorama sulla città si gode dal Bob's Peak che si raggiunge con lo Skyline Gondola. Vicino si trova il Kiwi anche Birdlife Park, per vedere il celebre pennuto simbolo del paese.

Il monte Cook

Su questo universo verticale di ghiacciai perenni domina il Monte Cook, la cima più alta della Nuova Zelanda e del mondo australe, stranamente simili al nostro Monte Bianco che i maori battezzarono Aorangi, il foratore di nuvole.

Te Anau

Da qui partono le strade per il Fiordland. Te Anau, 2500 abitanti, sul lago omonimo, è una cittadina graziosa e ben attrezzata per i turisti, sua maggior fonte di reddito, che trovano negozi aperti sette giorni su sette, alberghi, ristoranti, campeggi e un'infinità di possibilità di gite e sport. Il lago è il più grande di South Island e il secondo della Nuova Zelanda, con 500 chilometri di litorale disabitato. Da vedere Te- Anau- au-Caves, una grotta tagliata da un fiume sotterraneo e tappezzata da lucciole, simile a quella di Waitomo.

Milford Sound
Descritto da Kipling come l'ottava meraviglia del mondo, il Milford Sound si apre profondo ai piedi del Mitre Peak, 1692 metri, un triangolo perfetto come la mitra di un vescovo che è uno dei simboli della Nuova Zelanda, e del Tutolo Peak, con una grande seraccata che scende al mare. Le pareti verticali scavate dal ghiacciaio di Milford Sound sono le più alte scogliere del mondo. Da Milford Sound partono alcuni battelli che in poco meno di 2 ore raggiungono il mare aperto costeggiando scogliere a picco, rocce coperte di foresta nativa e spettacolari cascate che precipitano per centinaia di metri come Bowen Falls.

Greymouth
Fra le colline, il fiume e il mare Greymouth, battezzata in onore di Sir George Grey, due volte primo ministro della Nuova Zelanda, è la città più popolata di questa zona. Nacque come deposito governativo di viveri per naufraghi e marinai in difficoltà, e divenne intorno al 1865 grazie alla scoperta del carbone, dell'oro e all'industria del legno, una cittadina fiorente.




Chiedi informazioni Stampa la pagina