Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » News » Viaggiare alla scoperta dell' Europa insolita e selvaggia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Viaggiare alla scoperta dell' Europa insolita e selvaggia



Kami-Nari News, 24 Giugno 2020,

Vi sentite pronti a viaggiare ma non a incontrare le folle? Da una spiaggia in Norvegia a un'isola remota della Scozia o un trekking nei Balcani. Ecco una selezione delle destinazioni più selvagge e remote in Europa dove fuggire da tutto e da tutti.


Hoy, Isole Orcadi, Scozia

Una destinazione remota che regala una scarica di adrenalina è Hoy, la seconda isola per grandezza dell'arcipelago delle 72 Isole Orcadi. Situata a nord della Scozia, venne battezzata dai Vichingi Hoy, "isola alta", per via delle tante colline e montagne. L'attrazione principale dell'isola è l'Old Man of Hoy, un faraglione alto 137 metri


La Regione dei Laghi in Finlandia
Se state cercando pace e tranquillità in uno scenario di'ispirazione, provate la Regione dei Laghi in Finlandia. Durante l'estate, questa regione consiste principalmente di due colori: verde e blu. In Finlandia si trovano circa 188 mila laghi, in un'aerea che si estende da Helsinki al sud del Lago Inari nella Lapponia finlandese.


Galles: Bardsey Island
Il lockdown ci ha fatto passare un sacco del tempo online. Per un ritorno alle origini, visitate Bardsey Island, dove nessuna delle nove caratteristiche case vacanze dispone di corrente elettrica, figuriamoci il WiFi. L'isola si trova a 3 km dalla costa della Penisola Llyn nel Galles nord-occidentale, ed è un importante sito religioso dal XI secolo. Si dice anche sia il luogo in cui è stato sepolto il leggendario mago Merlino


Pico, Azzorre, Portogallo
Una meta per un viaggio in compagnia nel rispetto dei due metri di distanza sociale è l'Isola di Pico. La seconda isola più grande dell'Arcipelago delle Azzorre è situata nell'Oceano Atlantico settentrionale, ben a largo dalla costa. Quest'isola vulcanica si trova lungo la rotta migratoria delle balene ed è uno dei migliori punti di avvistamento al mondo per i capodogli e per le balenottere azzurre, comuni e boreali. Il periodo migliore per avvistare i cetacei è da marzo a ottobre.


Unstad, Isole Lofoten, Nord della Norvegia
Circondata da montagne e fiordi, la costa delle Lofoten, spesso sferzata dalle intemperie, offre panorami mozzafiato, mentre le mareggiate artiche garantiscono onde ogni giorno dell'anno. Visitatela durante i mesi estivi per sessioni di surf no-stop grazie al sole di mezzanotte. Onde incredibili, niente folle, solo una foca o una focena per compagnia. Il miglior surf selvaggio che possiate trovare.


Una meta per gli amanti del trekking: i Balcani
L'itinerario "Peaks of the Balkans" è un percorso ad anello di 119 miglia (192 km) che collega Albania, Kosovo e Montenegro. Ripercorrendo antichi percorsi per muli e sentieri di pastori, il cammino si snoda attraverso uno dei paesaggi più stupendi (e isolati) dell'Europa. L'itinerario richiede circa due settimane di cammino e include un ampia gamma di scenari, dalle maestose vette alpine, alle valli incontaminate, fino ai laghi di origine glaciale e gli incantevoli villaggi di montagna.


Una meta per gli avventurosi: Foula, Isole Shetland
Bisogna ammetterlo, la parte più grandiosa dell'avventura è solo arrivare a Foula. Spesso descritta come il "confine del mondo", questa è una delle isole abitate più remote del Regno Unito, sebbene popolata da soli 30 residenti stabili. È l'isola più occidentale delle Shetland, situata nell'Oceano Atlantico a 20 miglia dalla terraferma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina