Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » News » La Francia Slow
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La Francia Slow



La Francia? Il consiglio è di visitarla in modalità slow, ovvero con calma, prendendosi tutto il tempo necessario per non perdersi nulla e godersi appieno ogni esperienza.

Come ha ricordato il direttore di Atout France Frédéric Meyer:

"Il Turismo slow è un modo per vivere la Francia ciascuno con il proprio ritmo, ritrovare il piacere di vivere vacanze autentiche, di scoperte e riscoperte nel segno del rispetto della natura, del verde, della sostenibilità, e naturalmente dell'arte di vivere".



Ecco allora alcune destinazioni.

Cuore verde della Francia, l'Alvernia-Rodano-Alpi è la regione della gastronomia francese per eccellenza e dei prodotti del territorio. Conta infatti ben 79 DOP (la castagna dell'Ardèche, i polli della Bresse...) di cui 21 formaggi (Reblochon, Saint-Nectaire...). E ancora, vini di grande fama (Beaujolais, Côte du Rhône, i vini della Savoia...), 94 chef stellati Michelin di cui 9 chef con 3 stelle. La Valle della Gastronomia è la nuova destinazione turistica slow e gourmande che sarà lanciata nel maggio 2021, con la promozione della ricchezza del territorio tra Digione e Marsiglia, passando per Lione, il Beaujolais e tutta la Valle del Rodano.Senza dimenticare le piacevoli località termali dello straordinario Parco dei Vulcani d'Alvernia www.auvergnerhonealpestourisme.com

Il Grande Est di Francia - Alsazia, Ardenne, Champagne, Lorena e Vosgi: oltre ad inaugurare una nuovo centro di interpretazione dello champagne nel cuore del vigneto di Aÿ-Champagne, patrimonio mondiale UNESCO, propone molti itinerari slow, come Via la Blu Mosella-Saône in bicicletta (www.lavoiebleue.com), tra paesaggi di natura e la scoperta di grandi città. Da non perdere una visita dell'altoforno U4, oggi opera d'arte contemporanea, il tour in città a Metz e Nancy, una passeggiata a Épinal, famosa per le sue stampe... Il tour segue il fiume Mosella e offre superbi panorami della natura lorenese. www.art-grandest.fr

La Borgogna è una regione in totale armonia con la natura, che propone itinerari su misura che uniscono arte e percorsi fra i vigneti e le cantine. Perfetto per il turismo slow un tour nei vigneti fino a Digione,:dopo aver attraversato i più bei villaggi vinicoli della Côte de Beaune e della Côte de Nuits, il viaggio nei vigneti della Borgogna approda nella 'capitale' regionale. Un'occasione per pedalare nel cuore dei Grandi Crus e per (ri)scoprire la capitale dei Duchi di Borgogna, lungo piccole strade che si snodano tra i vigne e villaggi del vino. www.bourgogne-tourisme.com

Grandi appuntamenti 2021 sono in programma in Normandia, che celebra quest'anno il bicentenario della nascita di Gustave Flaubert, con eventi, mostre e visite su misura. A Cabourg apre le sue porte la Villa du Temps Retrouvé, dedicata a Marcel Proust (a 150 anni dalla nascita), e a Deauville lo spazio culturale delle Suore Francescane. Perfettamente in tema e in sintonia con il turismo slow la visita di Rouen sulle tracce di Flaubert e la Passeggiata Letteraria Flaubert: un tour di 12 km sulle orme di Madame Bovary attraverso il Pays del Caux, scenario del romanzo. https://it.normandie-tourisme.fr/

Anche Le Havre-Etretat è scenario di grandi anniversari, a cominciare dai 60 anni dall'apertura della prima Maison de la Culture in Francia all'interno del Musée des Beaux-Arts che poi sarebbe diventato il MuMa. Si festeggiano nel 2021 anche i 70 anni dalla prima pietra della Chiesa di Saint-Joseph, capolavoro dell'architettura del XX secolo e Patrimonio dell'Umanità, E gli 80 anni dalla morte di Maurice Leblanc, padre di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo. E a Etretat si può visitare la casa di Leblanc, il Clos Lupin (oltre a vedere su Netflix la nuova serie Lupin con Omar Sy). Tra le proposte di turismo slow, anche l'opportunità di andare nei parchi e nei giardini di Le Havre.E a Etretat una passeggiata verde sull'alto delle falesie, sulle tracce di Arsenio Lupin. www.lehavre-etretat-tourisme.com/en/

La Bretagna è una perfetta destinazione per tutti. Una regione dal rilievo spesso dolce e con itinerari segnalati ovunque: dalle chiuse al mare, dalle colline alle città medievali, per pedalare ognuno al proprio ritmo. E nel 2021, la Bretagna vedrà il Tour de France partire da Brest e attraversare i 4 dipartimenti .Fra i molti itinerari di turismo slow fra città medioevali e piccoli villaggi di pescatori, segnaliamo il tour sul sentiero dei doganieri(GR 34)Per una passeggiata fuori dal tempo, direzione Dinan, deliziosa piccola città medievale e la valle del fiume Rance fra paesaggi variegati. Tante le scoperte: da non perdere la Pointe du Raz sito selvaggio e magico www.bretagna-vacanze.com Il capoluogo della Bretagna, Rennes, città verde costellata di edifici storici e contemporanei di architetti famosi, è ideale per il turismo slow, passeggiando fra parchi e giardini : conta 868 ettari di spazi verdi, il 17% della sua superficie: dal parco più segreto (Les Tanneurs) a quello più zen (Oberthür), al Parc du Thabor, classificato "giardino di prestigio", oltre 10 ettari nel centro della città, a Les Gayeulles, il Central Park di Rennes, un'enorme area boschiva a nord-est della città , circa 100 ettari. E con oltre 80 kmi di sentieri segnalati, la foresta di Rennes, quasi 3.000 ettari, offre percorsi e sentieri accessibili anche in mountain bike. www.destinationrennes.com

Chiedi informazioni Stampa la pagina