Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » News » In Inghilterra, sul set di Bridgerton
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

In Inghilterra, sul set di Bridgerton



Il successo di Bridgerton, la celebre serie che impazza su Netflix, è destinato a durare a lungo, sembra infatti siano previste nuove stagioni. Shonda Rhimes, creatrice delle celebri Grey's Anatomy e Scandal (con relativi spin-off) la sa lunga in quanto a serie tv pronte a far parlare il mondo. Bridgerton racconta l'Inghilterra dell'Epoca Regency e si basa sui romanzi, scritti ai giorni nostri, dell'autrice americana Julia Quinn.

Quanto c'è di vero e quanto c'è di inventato in Bridgerton e quali sono i luoghi da vedere in Inghilterra per ritrovare atmosfera e location di questa serie tv?

L'Epoca Regency è un periodo storico che solletica la mente di molti scrittori, se non altro per l'immensa e insuperabile opera di Jane Austen, l'autrice che più di tutti ha consegnato all'eternità certe tematiche, certi luoghi e certi tipi di storie.

Shonda Rhimes, del resto, ci ha messo del suo, portanto Bridgerton al centro di tematiche molto importanti ai giorni nostri: l'uguaglianza razziale è un must più che giusto per molte produzioni televisive. Il Duca di Hastings, giusto per citare un personaggio davvero ammirato da tutti, nella serie tv è un nobile di colore ma – va detto – la cosa non sarebbe stata possibile nell'Inghilterra di quegli anni. Oggi le cose sono diverse, tanto che il primo Lord di colore in Gran Bretagna è stato il Barone di Warwick nel 1996.



Nr.1 Royal Crescent, Bath

In realtà, le vicende raccontate in Bridgerton son ambientate nella Londra di Mayfair, all'interno delle residenze cittadine delle migliori famiglie d'Inghilterra. La vita di una famiglia nobile, a quel tempo, infatti, si svolgeva in città per la stagione e in campagna quando possibile. Molte famiglie avevano, per l'appunto, anche una casa a Bath per godersi le terme e l'ambiente rilassato di quella città del Somerset. Bath, in questo caso, "impersona" la Londra di quegli anni. Il Nr.1 del Royal Crescent è il luogo giusto da visitare per ritrovare Bridgerton e tutte le storie scritte in precedenza che hanno ispirato questi romanzi. Le location di Bridgerton: Abbey Green, Bath Abbey Green è una via del centro di Bath, una di quelle strade così belle da sembrare inventate. La cosa bella è che è reale e camminarci ti porterà dritto a pensare di essere in una scena di Bridgerton o in un paragrafo di Emma di Jane Austen. Questa via, nella serie tv, si mostra spesso e volentieri perché rappresenta l'indirizzo in cui si trova la famosa modista che crea abiti e allunga orli come se non ci fosse un domani.

Ranger's House, Greenwich
In ogni puntata della serie si vedono i cancelli e la porta di Casa Bridgerton, la dimora della grande famiglia protagonista della serie. Dove si trova? Si tratta di Ranger's House, una dimora nobiliare che si trova a Greenwich, proprio ai margini dell'omonino parco così bello e così denso di cose da vedere. Se passi di lì, un selfie di fronte al famoso cancello è d'obbligo ma non dimenticare di visitare il Royal Observatory, non appena riaprirà. Non perderti anche la visita alla Queen's House, la dimora costruita per la regina Anna.

Castle Howard, Yorkshire
Clyvedon, la grande tenuta del Duca, è in realtà Castle Howard, splendida residenza che si trova a poca distanza da York, nel nord dell'Inghilterra. Castle Howard non è nuovo al fatto di comparire sul grande e sul piccolo schermo. La sua prima – e spettacolare – apparizione fu in Barry Lyndon di Stanley Kubrick. Costruito alla fine del XVII Secolo, Castle Howard resta sempre un grande classico da visitare, magari con la bella stagione, approfittando anche dei grandi giardini. Anch'essi, infatti, si mostrano per bene in più di una puntata di Bridgerton. Una curiosità sul Duca di Hastings: in Gran Bretagna nella vita reale, c'è il Barone di Hastings e non il Duca. Il titolo nobiliare che esite realmente è Baron Hastings, per il quale viene usato l'appellativo di Lord Hastings. Il titolo esiste dal XIII Secolo.

Chiedi informazioni Stampa la pagina