Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » Le Destinazioni » Australia e Pacifico » Polinesia Francese
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Polinesia Francese



Presentazione generale

L'estensione delle sue acque territoriali è pari all'equivalente territorio europeo: circa 4 milioni di Km quadrati. Questo dato è importante da tenere a mente, per capire la vastità dell'intero territorio che ricade sotto la sovranità francese. 118 sono isole sparpagliate tra i 5 Arcipelaghi in un'area tropicale a sud dell'equatore che si estende fino al Tropico del Capricorno. I 5 Arcipelaghi, oltre ad essere molto distanti l'uno dall'altro, sono nel contempo molto diversi a livello paesaggistico e morfologico, con l'unico trade union rappresentato dalla cultura polinesiana che racchiude non solo le isole francesi.

L'arcipelago della Società, il più famoso, racchiude le "isole alte", di origine vulcanica, circondate da splendide barriere coralline che oltre a proteggerle dalle onde dell'Oceano Pacifico formano le meravigliose lagune polinesiane.

Oltre a Tahiti, sede della capitale amministrativa Papeete, è possibile soggiornare nella vicina Moorea, o nella selvaggia Huahine. Raiatea, l'isola sacra per eccellenza e Tahaa, isola della vaniglia, sono racchiuse nella medesima laguna. Bora Bora dalla straordinaria bellezza e dai suoi motu di sabbia bianca e corallina, è racchiusa da una delle lagune più belle al mondo.

L'arcipelago delle Tuamotu è un insieme di isole basse, o atolli corallini, caratterizzate da lagune interne anziché esterne come nel gruppo delle isole della Società. La cintura di corallo che racchiude queste meravigliose acque,vi farà scoprire un mondo speciale, che nessuna parola potrà "descrivere e rappresentare". Blu, verde e bianco, sono i tre colori dominanti delle Tuamotu: lingue di sabbia bianca affioranti dalla superficie del mare, che ricoprono appena il multicolore mondo delle piattaforme coralline. Rangiroa, Tikehau, Manihi e Fakarava sono le isole maggiormente visitate.

L'arcipelago delle Marchesi - la vera Polinesia secondo la cultura locale, le isole di Gauguin per altri - sono isole d'origine vulcanica, verdi, lussureggianti e maestose, caratterizzate da pochissime spiagge.
Si trovano ad un passo dall'equatore, ma solo 6 di queste isole sono effettivamente visitabili: luoghi ideali per amanti dell'eco-turismo, del trekking e del 4 x 4.

L'arcipelago delle Australi, le più meridionali, è caratterizzato da isole con rilievi più "dolci" rispetto alle altre. Sono isole remote, selvagge e misteriose, lontane anni luce da turismo di lusso di Bora Bora. Luoghi antichi di culto, queste isole nascondono ancora molti segreti. Le più famose sono Rurutu, Tubuai, Rimatara, Raivavae e Rapa. Le isole australi sono anche il luogo delle balene megattere, che possono essere ammirate ogni anno dalla fine di Luglio a Ottobre.

L'arcipealgo delle Gambier viene anche definito la "culla delle perle polinesiane": grazie alla presenza delle lagune che formano questo arcipelago, le isole di Gambier sono infatti il luogo ideale per la coltura delle ostriche. Chi sceglie le Gambier non può dimenticare di visitare la capitale di Mangareva, Rikitea, dove risiede la Cattedrale di Saint-Michel, una costruzione realizzata interamente con blocchi di corallo. Meta molto ambita per gli amanti dell'archologia, l'isola offre un panorama storico veramente invidiabile.




La Polinesia Francese di Kami-Nari Tour Operator

Sia che si scelga la Polinesia come destinazione finale del viaggio, sia che venga abbinata alla visita di altri paesi, per "spezzare" la lunghezza del viaggio aereo abbiamo solo l'imbarazzo della scelta nella scelta della combinazione ideale. Si può optare dal semplice soggiorno nell'isola più famosa (Bora Bora) fino ad includere combinati di tre/quattro isole per "assaporare" al meglio la diversità di questi arcipelaghi.
Ma non tutte le isole sono uguali all'immagine stereotipata che abbiamo in mente quando ci chiedono di descrivere la Polinesia: non tutte le isole e le spiagge della singola isola hanno la medesima fisionomia della "cartolina" a cui siamo abituati. E' per questo che è molto importante conoscere a fondo le caratteristiche di ogni isola e la tipologia di spiaggia, soprattutto per evitare "brutte sorprese" all'arrivo dopo tante ore di volo.

Le isole polinesiane francesi sono comunque isole - almeno le più famose - dove le strutture alberghiere vengono messe al primo posto e diventano quasi la località stessa. Il lussuoso resort si "trasforma" nella località e diventa spesso il criterio fondamentale nella scelta della destinazione.

Ma la Polinesia non è solo Resort lussuosi, anche se questi si sono "impossessati" dei punti mare più belli e spettacolari. Esistono Boutique Lodges, Pensioni e Crociere che possono farci vivere emozioni ed esperienze di viaggio altrettanto spettacolari. L'importante è essere giustamente informati su dove andare e come andare, al fine di "ritagliarsi" il perfetto viaggio "su misura" adatto alla vostra personalità e coerente con le vostre aspettative.

Di seguito vi offriremo una serie di soluzioni e proposte di soggiorno, invitandovi a contattarci per meglio definire la tipologia di programma che v'interessa.