Kami-Nari Viaggi Srl

  • facebook
Ti trovi in: Home » Le Destinazioni » Centro e Sud America » Messico e Guatemala » Localit√†
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Località



GUATEMALA CITY

Capitale odierna dello stato del Guatemala, Guatemala city è una città di carattere latino frenetica e trafficata come ogni grande città sudamericana. Possiede un grande aeroporto internazionale che la collega con il resto del mondo. Da visitare: Plaza Mayor: questa piazza fa parte del Parco Centrale, principale centro della città e sede di numerosi negozi e bancarelle. A nord della piazza si trova il Palazzo Nazionale, mentre sul lato est si incontra la Cattedrale Metropolitana, con un esterno maestoso. Non lontano si trova l'Avenida de la Reforma, una delle vie più frequentate della città;
Capilla de Turrita: è una cappella privata in legno intagliato, in stile barocco e rococò.
Kaminal Jukù: è un sito archeologico che comprende molti reperti fra cui piramidi, templi ed altri edifici.
Altre destinazioni nella città di Guatemala City: vale la pena visitare il Museo Nazionale di Archeologia e Etnologia, una mostra sulla vita Maya e sulle piramidi, oltre che ad altri reperti.

ANTIGUA
Antigua, che gli spagnoli scelsero come capitale del Guatemala, a 1530 metri di altitudine, riflette l'atmosfera tranquilla e lussuosa del tempo, quando era centro artistico, letterario e religioso.
A testimonianza dell'antico splendore le vie di ciottoli, le case coloniali decorate con balconi e finestre di ferro battuto, chiese e conventi che la rendono un vero gioiello dell'architettura rinascimentale e barocca. Ad Antigua è piacevole lasciarsi coccolare dal ritmo lento e pacato delle sue vie, dove si affacciano case basse color pastello adornate da bougainville rosa, assaporare l'atmosfera del mercato assistendo alle animate contrattazioni dei suoi abitanti ed immergersi nei suoi colori e profumi. Antigua offre l'opportunità di pernottare in magnifiche ex residenze coloniali o conventi adibiti ad alberghi di lusso, che consentono al visitatore di tornare indietro nel tempo.

ATITLÀN
Nello stato del Guatemala, lungo la strada Panamericana che si inerpica tra lussureggianti montagne, si incontra il lago Atitlàn bordato da suggestivi vulcani che catturano irresistibilmente lo sguardo. Manciate di casette danno vita a pittoreschi villaggi indigeni adagiati sulle sue rive, dove la quotidianità scorre semplice come un tempo, e dove le comunità locali vestono ancora con i colori tradizionali maya. In località come San Antonio Palopo e Santiago Atitlàn si trovano ancora le donne che tessono su antichi telai e lavorano il mais con il metodo dei Maya. Lavano i vestiti in riva al lago insieme ad allegri bambini che si divertono a fare il bagno. Qui si svolgono suggestivi mercati settimanali e si può assistere a riti pagani tenuti in vita nella religiosità primitiva cara agli antichi Maya.

CHICHICASTENANGO
Chichicastenango, a 2070 metri di altitudine, è una tranquilla cittadina del Guatemala che si anima il giovedì e la domenica grazie all'autentico e colorato mercato indios. Il coinvolgente mercato si sviluppa nella piazza principale compresa tra la chiesa coloniale di Santo Tomàs e la cappella de Calvario, dove spesso partono processioni verso la chiesa principale. Ogni angolo rappresenta uno spaccato di vita locale. Si assiste alla vendita di chicchi di mais sparsi su un tappeto improvvisato che commercianti pesano su antiche bilance, anziani indios che trasportano sulla schiena pesanti sacchi, mentre concitate donne contrattano l'acquisto di ortaggi e spezie. L'interno della chiesa, risalente al 1540, si anima e si colora grazie alle cerimonie cristiane che si uniscono a rituali pagani, ed è consuetudine assistere ai dialoghi degli indios che parlano con i santi a voce alta, in una nuvola di incenso, candele e petali di fiori sul pavimento. La visita a Chichicastenango lascia un'impronta religiosa e magica allo stesso tempo.

QUETZALTENANGO
Quetzaltenango, o più semplicemente Xela, è la seconda città più popolosa del Guatemala, situata a quota 2.335 metri e dominata dal suggestivo Parque Centroamerica, ombreggiato da alberi secolari su cui prospettano monumenti neoclassici e importanti edifici cittadini come la Casa de Cultura. Quetzaltenango è una città ricca di fascino, ottima base d'appoggio per esplorare la magnifica campagna vulcanica che la circonda, che si presta ad alcune escursioni a cominciare da San Francisco El Alto.

IXIMCHÈ
Iximchè è un sito archeologico maya situato in Guatemala.
Il cuore del sito è segnato nei tre lati da muri di rovine e separato dall'aerea residenziale da un torrente artificiale. Il centro del sito consiste in quattro larghe ed in due piccole piazze, ognuna delle quali contiene almeno due templi.
Per gli amanti della storia maya, un piccolo spazio della loro civiltà si può rivivere in questa piccola zona del Guatemala.

RIO DULCE E LIVINGSTONE
Come tutti i fiumi del mondo, anche il Rio Dulce va ostinatamente alla ricerca del mare. Le sue acque, originate dal lago Izabal, scorrono apparentemente lente e placide fino al bacino che prende il nome di "El Golfete". Sulle sue rive si notano minuscoli insediamenti Maya e qualche sentiero che penetra il muro verde che fa da sfondo costante alla navigazione.
Appena fuori da "El Golfete", si entra in un ambiente da sogno: sorgenti d'acqua sulfurea ad alta temperatura fanno ribollire la superficie lungo i margini del fiume, poi l'imbocco del più intatto dei fiumi che confluiscono nel Rio Dulce: il Rio Tatin. Si tratta di un corso d'acqua purissima sul lato sinistro (per chi naviga verso il mare), percorribile, per intero, solo con canoe (per via del bassissimo fondale). Un percorso interamente nel verde, tra ninfee e canne, fino a giungere a delle piccole cascate solitarie.
L'ultimo tratto del fiume (circa 10 chilometri) è il più spettacolare. Si naviga in un sinuoso fiordo tropicale, largo appena cento metri: un canyon formato da alte pareti calcaree, completamente ricoperte da una vegetazione rigogliosissima. Il colore delle acque passa gradualmente dal giada al turchese, fino a che pellicani e gabbiani, sempre più numerosi, indicano che si è alle porte di Livingston, sulla baia di Amatique. La vegetazione lascia il posto, anche se non del tutto, alle coloratissime case di questo anomalo villaggio caraibico, ai suoi moli e alle sue amache, un tempo il principale porto del Guatemala.
Livingston si raggiunge solo navigando, non ci sono strade che la colleghino al resto del paese!

PETEN: TIKAL CEIBAL
Dalla località di Flores in Guatemala, in riva ad un lago nella foresta del Petén, si accede ad uno dei più emozionanti siti archeologici del mondo: Tikal.
Nel complesso ecosistema della foresta tropicale è stata portata parzialmente alla luce la più importante città del mondo maya, che vanta il maggior numero di piramidi ed il più vasto centro cerimoniale. Patrimonio e gioiello archeologico è composta da acropoli suddivise per aree distinte, sedi di palazzi governativi e scuole, centri cerimoniali e funerari, templi e mercati. Nel complesso denominato "Il Mondo Perduto", composto da 38 edifici, si distingue un'alta piramide che regala dalla sua vetta una vista eccezionale ponendo in primo piano le cime delle piramidi delle acropoli principali che sovrastano la sommità degli alberi secolari. Nel X secolo i maya la abbandonarono e, grazie agli scavi, le rovine ben conservate di questo gioiello storico ed architettonico rimarranno indelebili nella memoria del visitatore!

COBAN
Cobán è una città del Guatemala, capoluogo del dipartimento di Alta Verapaz.
La cittadina si trova nel centro di una regione intensamente dedicata alla coltivazione del caffè.
Fondata da frati domenicani deve la sua espansione all'immigrazione di coloni tedeschi che gestirono le coltivazioni di caffè.. Nell'architettura della città sono evidenti elementi dell'architettura coloniale spagnola ma anche influenze tedesche.
Cobán è circondata da montagne dove crescono numerose specie di orchidee, la rara Monja Blanca è il simbolo dello stato. Le montagne ospitano anche diversi parchi nazionali del paese, il più famoso è il Biotopo Mario Dary Rivera; vi sono inoltre numerose grotte e cascate che attirano nella regione un buon numero di turisti.
Fra i monumenti della città vi sono la Iglesia del Calvario, la cattedrale risalente al XVI secolo, il museo archeologico Principe Maya e la piazza centrale della città.
A circa 5 km dalla città si trova il vivaio Las Verapaces nel quale si trova una vasta collezione di orchidee!

SEMUC CAMPEY
Semuc Champey si trova 11 km a sud di Lanquín, in Guatemala, in una valle con ripide pareti, circondato dalla foresta tropicale umida. Vi è un "ponte" di calcare lungo 300 metri, sulla cima del quale vi sono diverse piscine naturali di diverse dimensioni, riempite con acqua di sorgente cristallina di montagna. Le piscine sono profonde circa 10 metri. Sotto il ponte scorre il Fiume Cahabón . Alla fine del ponte, l'acqua della piscina si ricongiunge con il fiume, formando una cascataIl colore delle acque è limpido e trasparente e varia in base alla profondità del fiume.
Chiedi informazioni Stampa la pagina