Ritmo della Tanzania

7 Giorni

Tra le Terre dei Masai

Day 1 :
Arusha

Arrivo all’aeroporto Internazionale e trasferimento in hotel a Arusha. Resto del giorno a disposizione per attività o escursioni opzionali.

Soggiorno presso LAKE DULUTI SERENA LODGE
(nessun pasto incluso)

Arusha, a metà strada tra Città del Capo e Il Cairo, è diventata da semplice stazione commerciale a una delle principali città della Tanzania e il punto di partenza per la maggior parte dei tour del nord del Paese. Si trova ai piedi del monte Meru, la seconda montagna più alta della Tanzania, e vanta spettacolari viste sul famoso Kilimanjaro.
Alla base dell’economia di Arusha ci sono le vaste piantagioni di caffe, di fiori e non per ultimo le miniere del Paese. A poca distanza da Arusha troviamo il lago Duluti, un luogo caratteristico meta di interessanti

Distanza: 120 KM / Durata del tragitto: 3 ore

Colazione al lodge.
Mattinata libera, rilascio delle camere alle 10 al meno che non abbiate concordato con l’hotel un lato check out.
Pranzo al lodge alle 12,30. Alle 14 partenza in direzione del Parco Nazionale Tangerine famoso per i suoi principali abitanti: gli elefanti. Durante il tragitto sino al lodge, già si avrà l’opportunità di fare un breve safari

Cena e pernottamento presso TARANGIRE SOPA LODGE

Distanza: 270KM / Durata del tragitto: 5 ore

Dopo colazione, partenza dal lodge effettuando nel mentre un vero e proprio safari.
Verso le 11 si uscirà definitivamente dal parco in direzione del Lago Manyara attraversando le terre del Maasai, una zona di pittoreschi villaggi africani e grandi piantagioni di caffe, mais e banane.
Arrivo per pranzo al Lake Manyara Serena Lodge, situato ai margini della Great Rift Valley con vista panoramica sul lago. Alle 14 proseguiamo con il safari attraverso gli altipiani di Karatu e la Ngorongoro Conservation Area verso il Parco nazionale del Serengeti. Già all’ingresso inizia il safari sino a raggiungere il SERENGETI SERENA LODGE. Cena e pernottamento.

L’ecosistema del Serengeti è uno dei più antichi della terra. Le caratteristiche essenziali del clima non sono cambiate nell’ultimo milione di anni.
L’ecosistema del Serengeti-Mara comprende, in Tanzania, lo stesso Parco Nazionale del Serengeti, Ngorongoro Conservation Area, Maswa, l’area di caccia controllato di Loliondo e le conservation area di Grumeti e Ikorongo.

Day 4 :
Serengeti

Giornata interamente dedicata al safari nel Serengeti.
Con le piogge, le mandrie di migratrici si incontrano quasi ovunque nelle ampie pianure del Parco.

Si potrà scegliere tra:
- Intera giornata di safari con pic nic
- Un safari all’alba e al tramonto tornando al lodge per il pranzo.

Nel Serengeti, con un po’ di fortuna, si avrà la possibilità di avvistare i famosi BIG 5: leone, elefante, buffalo, leopardo e rinoceronte.

Pensione completa presso SERENGETI SERENA LODGE.

Attività opzionali da prenotare e pagare direttamente:
Safari in mongolfiera di 1 ora all’alba, che termina con una colazione di champagne nella savana.

Distanza: 155KM / Durata del tragitto: 3 ore

Dopo colazione partenza per il Vs safari, ritorno al lodge per pranzo.
Alle 14 partenza dal lodge in direzione della Ngorongoro Conservation Area.
Arrivo in hotel ubicato esattamente al bordo del cratere con una magnifica vista panoramica.

Cena e pernottamento NGORONGORO SERENA LODGE.
Attività opzionali da prenotare e pagare direttamente.
Visita a un villaggio Maasai tradizionale

Ngoronogoro, conservation área, è situata a ovest della città di Arusha e confina a sud ovest con il Parco Nazionale del Serengeti. Copre un area di 8,288 km quadrati e ospita quattro vette vulcaniche. La varietà e la ricchezza dei resti fossili, compresi quelli dei primi ominidi, hanno reso questa una delle principali aree mondiali di ricerca sull’evoluzione umana.

Distanza: 65KM / Durata del tragitto: 1 ora e 30 minuti

Dopo una colazione di prima mattina, si scende in fondo al cratere per un safari.
Il Ngorongoro è il più grande cratere vulcanico del mondo: a causa delle sue dimensioni e della sua diversità, la sua base è composta da diverse aree distinte che spaziano dalle paludi alle foreste, laghi e sorgenti, praterie aperte e alcune dune di sabbia.
Pranzo picnic oppure ritorno al lodge per pranzo.
Si lascia la Ngorongoro Conservation área per dirigersi al Lake Manyara per cena e pernottamento presso il LAKE MANYARA SERENA LODGE.

Distanza: 120KM / Durata del tragitto : 2 ore

Dopo colazione, vi aspetta un safari alla ricerca del famoso leone scalatore

La quota comprende

  • Soggiorno in pensione completa durante il safari
  • Soggiorno in Arusha in pernottamento e colazione (nel caso di cene previste, sarà menzionato nell’itinerario
  • Trasporti
  • Durante il safari autista/guida parlante italiano (qualora non fosse disponibile un autista/guida parlante italiano, sarà a disposizione una
  • guida parlante italiano (o un traduttore) insieme all’autista– specialmente durante l’alta stagione.
  • I safari saranno realizzati in Jeep4x4 Landcruiser
  • Iscrizione al servizio medico in caso di emergenza (AMREFFLYING DOCTOR’S SERVICE)
  • Safari fotografico e entrata nei Parchi
  • Acqua minerale durante i safari. L’acqua sarà distribuita tramite un dispenser. È necessario che i clienti abbiano a disposizione una propria bottiglia che si potrà riempire. In caso contrario possono comprare le nostre bottiglie da 500 ml al costo di Euro 10 che saranno devolute a progetti benefici.
  • Cappellino durante il safari, etichetta valigia, confezionati da un gruppo di popolazione locale

La quota non comprende

  • Visto (attualmente Euro 79,95 per persona)
  • Nessun volo internazionale e locale
  • Attività opzionali ed escursioni
  • Vaccinazioni e assicurazioni personali
  • Bevande non indicate nell’itinerario
  • Mance
  • Lavanderia e altre spese personali
  • Soggiorno e trasferimento a Arusha(tranne nei casi in cui è specificato)

SAW 23-24 Babatana

Partenza settimanale, ogni martedì da Arusha

È possibile aggiungere all’itinerario un pre o post tour

 

 

Parco Nazionale Tarangire
A circa 120 km al sud di Arusha troviamo il Parco Nazionale di Tarangire con i suoi 2600 km quadrati ospita la più alta densità di popolazioni di elefanti del Paese. La sua vegetazione rada e il suo paesaggio disseminato di baobab e alberi di acacia conferiscono al Parco un’atmosfera molto speciale.
Prima delle piogge, branchi di gnu, gazzelle, zebre e giraffe migrano verso la pianura del Tangerine National Park che regala occasioni per un safari
impareggiabili. La steppa Maasai è in netto contrasto con le montagne circostanti offrendo cosi un panorama unico e memorabile.
Le grandi famiglie di pachidermi giocano tra gli antichi baobab e le acacie strappando la corteccia degli alberi per il loro pasto mentre graffiano il letto del fiume per abbeverarsi nelle acque sotterranee; mentre zebre, gazzelle, eland si rannicchiano attorno alle scarse fonti di acqua. Tangerine ha la più grande concentrazione di fauna selvatica dopo al Serengeti e durante la stagione secca (Giugno – Novembre) la maggior parte degli animali si riversano intorno all’unica fonte d’acqua permanente del Parco: il fiume Tangerine.
Questo è anche il luogo migliore in Tanzania per incontrare grandi mandrie di elefanti, bufali,
leopardi ed i famosi leoni rampicanti.

Serengeti
Il Parco Serengeti, 13,000 km quadrati, è uno dei più grandi parchi della Tanzania e confina al nord con Ngorongoro che fa parte del più ampio ecosistema del Serengeti.
Il parco, il più antico della Tanzania, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 1981. Famoso perché è stato il protagonista di un gran numero di documentari, ospita i famosi BIG 5 ma è altrettanto famoso per i suoi leoni dalla criniera nera. La ricchezza
dell’avifauna è immensa, tra cui gruccioni, martin pescatori e sun birds cosi come tanti rapaci.
Ma il più grande spettacolo naturale che ci offre è, senza dubbio, la Grande Migrazione quando più di un milione di gnu e quasi 200.000 zebre vanno verso sud alla ricerca di nuovi pascoli creati dalle piogge, ogni ottobre e novembre, Poi andranno al nord dopo le lunghe piogge di aprile, maggio e giugno.
L’istinto di migrare è cosi forte che ne la siccità ne i coccodrilli che infestano i fiumi possono fermarli.
Per dare un’idea di quanto questo parco sia incredibile dal punto di vista faunistico:
nella stagione riproduttiva ( febbraio e marzo) nascono più di 8000 gnu al giorno anche se più del 30% muore entro i primi 4 mesi.
Da un punto di vista geologico, i kopjes, le formazioni rocciose nate prima dell’inizio della vita sulla terra e visibili in tutto il parco, sono una delle attrazioni imperdibili: rocce che spuntano dal nulla in mezzo alla savana insieme al passaggio della ricca e varia fauna selvatica.


Ngoronogoro
, è il più grande cratere africano e almeno una volta nella vita va visitato, ma non solo… è anche uno dei più grandi crateri completi al mondo, 260 km quadrati e 600 mt di profondità. Gli scienziati ritengono che prima che affondasse fosse anche più alto del Kilimanjaro. All’interno vivono più di 30000 animali ed è l’ambiente più piccolo dove si possono vedere i BIG5.
Siamo a 2400 mt per cui al calar del sole le temperature scendono molto… ed uno dei più grandi piaceri è stare seduti attorno a un falò e guardare il tramonto sul cratere direttamente dal lodge.
Qui possiamo anche incontrare le tribù Masai che pascolano il loro bestiame e a poca distanza un leone, ci sono circa 100 esemplari di leone nel cratere e circa 20 rinoceronti Neri.
I safari sono eccellenti tutto l’anno e anche se gran parte del fondo del cratere diventa impraticabile dopo forti piogge, questo non toglie il suo fascino perché ci sono meno turisti e la luce e migliore per le vs foto e il safari si svolge su un terreno più elevato.
La diversità di paesaggi e della fauna all’ interno è incredibile: la savana si fonde con zone umide, fiumi, cespugli e da riparo ai leoni dalla criniera nera, ai ghepardi. Bufali, elefanti e leopardi e tanti altri ancora.
Ma possiamo anche avvistare fenicotteri e ippopotami che abitano i laghi di acqua alcalina e le piscine naturali.
Questa è la bellezza che la vegetazione afro alpina da a questo particolare ecosistema del cratere.


Il Parco Nazionale del Lago Manyara
è una striscia di terra tra le imponenti scogliere della Rift Valley e il lago poco profondo e alcalino con lo stesso nome. Si estende su una superficie di 330 km2 di cui il solo lago ne copre circa 200 km2 nella stagione delle piogge e quasi scompare durante la stagione secca. Sono abbondanti i baobab, i ficus giganti e gli alberi di
mogano che traggono nutrimento dalle numerose sorgenti sotterranee.
Il Parco è un luogo complesso e allo stesso tempo emozionante: la vegetazione è in continua evoluzione con fitte foreste di mogano, fichi e manghi selvatici; paradiso di uccelli colorati, scimmie, antilopi e poi
la savana ricca di branchi di bufali, gnu, zebre.
È diventato famoso grazie al libro “tra gli elefanti” edito da Dr Iain Douglas ed è stato creato per la protezione e conservazione di questa specie. Negli anni 70 il bracconaggio ha decimato le grandi mandrie di elefanti manyara che ora si stanno ripopolando, per fortuna.
È anche un paradiso per il birdwatching con oltre 380 specie diverse, principalmente uccelli acquatici e migratori. Ma anche leoni e leopardi abitano il territorio.
Il parco può essere visitato in un giorno e il periodo migliore è da febbraio a luglio.
Alle 11 partenza per Arusha e trasferimento nell’ hotel al centro città

Quota a persona in camera doppia a partire da
euro 2.390

Puoi inviare la tua richiesta tramite il modulo sottostante.

Ritmo della Tanzania
  • Viaggio di Gruppo
  • Guida parlante italiano

DOVE TI PIACEREBBE ANDARE?

Ultimi Articoli

Newsletter